Wind: arriva l’Autoricarica per non rimanere senza credito!

Like

In questo periodo la società di telecomunicazioni WindTre sta proponendo ai propri clienti delle opzioni molto utili. Una di queste è l’AutoRicarica. Vediamo insieme di che si tratta, e cosa fa Wind per incentivarne l’attivazione!

Come funziona?

L’AutoRicarica proposta da Wind ti permette di non rimanere mai senza credito. Ma come funziona?  

Come servizio è molto simile ed è ispirato alla SOS Ricarica di Vodafone, anche se il modo di gestirla è più smart. Infatti, quando il credito residuo scende al di sotto di una cifra scelta dall’utente (1€, 3€ o 5€, dipende dalle proprie esigenze), vengono automaticamente prelevati dei soldi da una carta che può essere prepagata o di credito oppure può essere effettuato un addebito sul credito telefonico (che verrà pagato successivamente, proprio come per SOS Ricarica), che andranno a sommarsi a quelli già presenti sulla SIM per poter essere utilizzati, ovviamente, in qualsiasi modo.

Questo nuovo servizio rimarrà attivabile e usufruibile per sempre (o almeno fino alla revoca) da ogni cliente che si affida all’operatore Wind. Inoltre, attivando questo servizio entro il 30 di Aprile, potrete godere di un incremento sulla ricarica del 20% sull’accredito effettuato. Per cui, acquistando una ricarica da 1€, Wind vi regalerà il 20% in più (per cui diverrebbero 1,20€). Ovviamente questo “regalo” verrà applicato solamente se l’opzione verrà attivata entro le comunicata in precedenza, e rimarrà valido sino al 31 di Maggio. Potete attivare l’autoricarica sul sito ufficiale di Wind.

Che ne pensate? Siete clienti Wind e attiverete l’opzione per ricevere il bonus? Come di consueto, scrivete tutto nei commenti!

Vi ricordiamo che siamo disponibili anche sui social! Che aspettate a seguirci su Facebook, Telegram e Twitter? Questo blog ha bisogno di tutto il vostro supporto.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Planet Mobile Italia è anche sui social. Non dimenticatevi di seguirci sui nostri canali  FacebookGoogle PlusInstagramTwitter e Telegram per non perdere neanche un articolo.

Autore dell'articolo: Alessandro Perrone

"Valevo oltre un milione di dollari quando avevo 23 anni e oltre 10 milioni di dollari quando avevo 24 anni, e più di 100 milioni di dollari quando ne avevo 25. Ma sai, non era poi così importante, perché non l’ho mai fatto per soldi. Essere l’uomo più ricco al cimitero non mi interessa. Andare a letto la sera dicendosi che si è fatto qualcosa di meraviglioso, questo è quello che conta per me" ~Steve Jobs