La storia del telefono cellulare: dal 1983 cosa è cambiato?

Sono passati diversi anni dalla nascita del primo telefono cellulare, ormai evolutosi in smartphone. Ripercorriamo assieme la storia della telefonia analizzando i modelli più rappresentativi!

Motorola DynaTAC 8000X (1983)

Come non partire dalla madre di tutti i telefoni cellulari? Entrato in commercio nel 1983 al modico prezzo di 3995$, il Motorola DynaTAC 8000X è stato il primo telefono “portatile” ad essere immesso nel mercato per le masse. Una rivoluzione per quel periodo, che vedeva la sua semplicità all’uso esclusivo di mero strumento per le chiamate che con un peso di circa 793g poteva essere portato praticamente ovunque. Peccato per le sue dimensioni non proprio “smart”, le quali hanno portato l’appellativo di “brick phone”, ovvero di telefono/mattone appunto per la sua forma lunga e squadrata.

Il modello era denominato Brick Phone per la sua forma che ricordava un mattone

Motorola MicroTAC 9800X (1989)

La famiglia MicroTAC, la quale ha visto la produzione da parte di Motorola fino al 1997, è partita grazie al suo primo modello: il MicroTAC 9800X. La famiglia dei MicroTAC poneva come obbiettivo la realizzazione di telefoni sempre più tascabili, la quale è riuscita a prendersi diversi primati come primo telefono con suoneria e vibrazione oppure primo telefono a batteria NiMH, ed essi per gli standard dell’epoca risultavano molto leggeri. Il primo modello, il MicroTAC 9800X è passato alla storia come primo e vero telefono tascabile.

Il modello è caratterizzato dalla sua facile trasportabilità

Motorola StarTAC e NOKIA 8110 (1996)

Nel 1996 intravediamo le prime rivalità tra case produttrici: uscirono infatti quell’anno due telefoni popolarissimi, Il Motorola StarTAC e il Nokia 8110, entrambi con caratteristiche molto simili, entrambi mandavano SMS ed entrambi sono divenuti famosi grazie a dei film. Il Motorola lo troviamo nella pellicola con Nicolas Cage chiamata 8mm, mentre il NOKIA lo troviamo nella sua versione modificata nel film Matrix con Keanu Reeves. Il prezzo si aggirava per entrambi intorno ai 1000$.

Il Motorola era caratterizzato dalla sua forma a conchiglia
Il Nokia era caratterizzato dalla sua copertura “slice” per la quale è stato soprannominato “banana phone”

Nokia 5110 (1998)

Il NOKIA 5110 fu un telefono generazionale degli anni ’90, molto diffuso tra i giovani grazie alla possibilità di avere cover intercambiabili e a supportare il famosissimo gioco “SNAKE”, con dimensioni 132 x 47 x 31 mm e 170g di peso, il telefono risultava facilmente trasportabile e la sua batteria poteva durare fino a 60 ore.

Il Nokia 5110 era caratterizzato dal sistema di cover intercambiabili

Nokia 3310 (2000)

Forse il telefono cellulare per antonomasia, sicuramente quello che ha venduto di più, con oltre 130 milioni di prodotti venduti. I suoi pregi che lo hanno reso così famoso e popolare erano la compattezza – 113 × 48 × 22 mm per 133g  di peso -, la robustezza, il supporto alla rete 2G e sicuramente tutte quelle funzioni come Giochi, Toni, Accessi Facilitati, che lo hanno reso un gioiello tecnologico per gi standard dell’epoca.

Il ministro degli affari esteri della Finlandia nel 2015 lo ha così definito:

« Un telefono indistruttibile. Il leggendario Nokia 3310 è uno dei cellulari più venduti di tutti i tempi. Il telefono è stato creato in Finlandia ed è conosciuto soprattutto per la sua robustezza, ormai un simbolo della nostra Nazione

Il Nokia 3310 è il telefono più venduto della storia

NEC e606 (2003)

Il 2003 fu l’anno di diffusione dei telefoni con schermo a colori – questo supportava ben 65000 colori –  e fotocamera. Tutti impazzivano per i telefoni a conchiglia e uno dei telefoni più popolari fu il NEC e606, il quale supportava anche la rete 3G.

Il NEC e606 è stato uno dei telefoni cellulari più popolari in Italia

Nokia N95 (2007)

All’epoca un Top di gamma era il Nokia N95 che si differenziava dagli altri cellulari presenti sul mercato grazie a ben due fotocamere ad elevate prestazioni. Fungeva inoltre da un vero e proprio mini Personal Computer, con la particolarità dello slide sullo schermo in due direzioni: facendo scorrere esso verso l’alto compariva il tastierino numerico, mentre se si faceva scorrere lo schermo verso il basso si accedeva alle applicazioni multimediali, con i tasti appositi sulla parte in alto.

Il Display disponeva di ben 16 milioni di colori con TFT da 2.6″, la memoria era di 160MB e la CPU era una versione Cloccata della ARM11, la batteria era di 950 mAh.

Il Nokia N95 è stato l’ultimo telefono cellulare multimediale più rappresentativo prima della nascita dello smartphone

Apple iPhone (2007)

Il primo iPhone è stato presentato da Steve Jobs durante la conferenza di apertura del Macworld, il 9 gennaio 2007. Il primo modello di iPhone aveva CPU ARM Cortex A8 a 667 MHz, memoria da 8GB, schermo LCD da 3.5″ con risoluzione 320×480. Il sistema operativo è l’ormai ben noto iOS. Questo telefono cellulare è stato il precursore degli smartphone e grazie ad esso oggi ne abbiamo una così ampia diffusione.

Oggi un iPhone 2G si aggira tra i 3000 ed i 15000 euro, venduto come pezzo da collezione

Samsung Galaxy S GT-i9000 (2010)

Il Samsung Galaxy S è stato il primo smartphone della casa coreana, caratterizzato da una CPU ARM Cortex A8, schermo 4″ da 16 milioni di colori, caratterizzato dal sistema operativo Android. Il modello darà il via alla grande popolarità che ha oggi il sistema operativo.

Lo smartphone con sistema operativo Andorid che accenderà la rivalità con l’azienda di Cupertino

Samsung Galaxy Note (2011)

L’idea era di unire le caratteristiche di uno smartphone con quelle di un tablet. All’inizio popolarmente chiamato “phablet”, esso ha caratteristiche simili alla versione ridotta “Samsung Galaxy S” con la possibilità di avere uno schermo più grande ed ottimizzato per l’uso con il pennino.

Il modello del Samsung Galaxy Note pone le basi per altri smartphone con stessa grandezza per molte case produttrici concorrenziali

Apple iPhone 5s (2013)

Dopo un tentativo fallito di Motorola nel portare gli sblocchi biometrici su smartphone con Atrix, Apple ha colto la palla al balzo presentando il primo vero smartphone destinato al pubblico di massa con il sensore biometrico integrato sulla superficie: l’ iPhone 5s. Oltre a questa eccezionale innovazione tecnologica, l’iPhone implementa una fotocamera ad 8Mpx, una CPU da 1.3 GHz Dual Core, una memoria interna che parte da 64 GB e un innovativo aggiornamento di iOS alla sua settima versione.

Il primo smartphone con sensore biometrico venduto alla massa

Menzioni d’onore

  • SIEMENS S10 (1997) – Il primo telefono con schermo a colori, purtroppo non molto diffuso.
  • Nokia 7110 (1999) – Il primo telefono cellulare con l’accesso ad internet.
  • HP iPAQ (2000) – Nasce come palmare con sistema operativo ideato da Microsoft, era una sorta di smartphone avente elevate prestazioni e indirizzato per uso aziendale.
  • Sanyo SCP-5300 (2002) – Il primo telefono cellulare con fotocamera.
  • BlackBerry 7210 (2002) – Il telefono che fece impazzire il Nord America.
  • Motorola Razr (2004) – Uno dei primi telefoni a conchiglia con scocca in alluminio, fu il gioiello più pregiato della casa Motorola e ne furono venduti molti. La casa,  dopo il fermo di produzione vide il suo famoso tracollo finanziario.
  • HTC Dream (2008) – Il primo smartphone avente sistema operativo Android, ancora non molto diffuso.
  • Nokia Lumia 800 (2011) – A ottobre 2011 debutta il Lumia 800, primo smartphone Nokia con sistema operativo targato Redmond.

E voi cosa ne pensate di questi cambiamenti con l’avanzare degli anni nel mondo della telefonia? Fatecelo sapere con un commento!

  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Planet Mobile Italia è anche sui social. Non dimenticatevi di seguirci sui nostri canali  FacebookGoogle PlusInstagramTwitter e Telegram per non perdere neanche un articolo.

About Stefano Molinari

"La cosa più preziosa che puoi fare è un errore: non imparerai mai nulla dall'essere perfetto." - Elon Musk

View all posts by Stefano Molinari →