Gboard per Android si aggiorna ad una nuova versione

Like

Nelle ultime ore, Gboard, la tastiera ufficiale di Google per Android, si è aggiornata ad una nuova versione. Questo aggiornamento, oltre a portare con se i classici miglioramenti nell’utilizzo, ha introdotto anche nuove interessanti novità. Eccole per voi nel nostro articolo.

La nuova versione 6.5.8.167241165 di Gboard ha aumentato il livello “social” di questa tastiera introducendo delle nuove funzionalità di condivisione di cui, nell’utilizzo quotidiano, se ne sentiva la mancanza. Infatti, adesso è possibile condividere con i propri amici le ricerche effettuate all’interno dell’app. Oltre a questo, sono anche state introdotte le nuove emoji che la rendono ancora più attraente. Ecco l’elenco delle novità e miglioramenti postato sul Play Store:

  • Dillo con gli adesivi! Adesso hai la possibilità di esprimerti con i nuovi pacchetti di adesivi scaricabili. Per iniziare tocca l’icona delle emoji.
  • Condividi le schede dei risultati di ricerca direttamente in un’app
  • Supporto per la traslitterazione in greco e armeno

Il peso di quest’aggiornamento è di circa 15 MB, niente di molto pesante ma che assicura un deciso miglioramento nell’esperienza utente.

Sfortunatamente, Google ha deciso di aggiornare solo la versione per Android, escludendo così temporaneamente quella per iOS. Appena sarà disponibile anche per i dispositivi di casa Apple ve lo comunicheremo. In attesa di ciò, continuate a seguirci sui nostri canali social Facebook, Google Plus, Instagram, Twitter e Telegram. Utilizzate già Gboard? Diteci cosa ne pensate nei commenti!

Gboard: la tastiera Google
Gboard: la tastiera Google
  • Gboard: la tastiera Google Screenshot
  • Gboard: la tastiera Google Screenshot
  • Gboard: la tastiera Google Screenshot
  • Gboard: la tastiera Google Screenshot
  • Gboard: la tastiera Google Screenshot
  • Gboard: la tastiera Google Screenshot
  • Gboard: la tastiera Google Screenshot
  • Gboard: la tastiera Google Screenshot
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Planet Mobile Italia è anche sui social. Non dimenticatevi di seguirci sui nostri canali  FacebookGoogle PlusInstagramTwitter e Telegram per non perdere neanche un articolo.

Autore dell'articolo: Alessandro Perrone

"Valevo oltre un milione di dollari quando avevo 23 anni e oltre 10 milioni di dollari quando avevo 24 anni, e più di 100 milioni di dollari quando ne avevo 25. Ma sai, non era poi così importante, perché non l’ho mai fatto per soldi. Essere l’uomo più ricco al cimitero non mi interessa. Andare a letto la sera dicendosi che si è fatto qualcosa di meraviglioso, questo è quello che conta per me" ~Steve Jobs