Come giocare al vecchio Prato Fiorito su Windows 10

Giochi tipo Prato Fiorito, 3D Pinball e Spider hanno fatto la storia dei sistemi operativi Microsoft. Adesso siamo qui per riproporveli!

Il tempo passa e con esso anche la tecnologia si evolve, nel bene e nel male. Con l’introduzione di Windows 10, ed ancor prima di Windows 8, Microsoft ha deciso di eliminare i classici giochi presenti su Windows XP. Questi giochi, come Spider, Prato Fiorito o 3D Pinball, hanno rappresentato una vera e propria era di cambiamento per tutti colori nati nel ’90. La loro rimozione in favore del Windows Store è stata percepita come un colpo al cuore per tutti i fan sfegatati di quei passatempi. Noi, con una serie di articoli, vogliamo darvi la possibilità di rigiocare a questi titoli in mondo che anche voi possiate fare un viaggio nel tempo.

Il retro-game Microsoft che vogliamo riproporvi è Prato Fiorito, un campo virtuale composto da numeri nel quale dovevamo stare attenti a non fare esplodere le mine. Le istruzioni da seguire sono molto semplici:

  • Scaricate il File .zip da questo link (tranquilli è un file sicuro e controllato)
  • A download ultimato, scompattate la cartella ed il gioco sarà subito disponibile
  • Adesso infatti non vi resterà che premere sul file MineMaster.exe e giocare

Vi mancava Prato Fiorito? Diteci cosa ne pensate nei commenti di questo articolo.

  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Planet Mobile Italia è anche sui social. Non dimenticatevi di seguirci sui nostri canali  FacebookGoogle PlusInstagramTwitter e Telegram per non perdere neanche un articolo.

About Alessandro Perrone

"Valevo oltre un milione di dollari quando avevo 23 anni e oltre 10 milioni di dollari quando avevo 24 anni, e più di 100 milioni di dollari quando ne avevo 25. Ma sai, non era poi così importante, perché non l’ho mai fatto per soldi. Essere l’uomo più ricco al cimitero non mi interessa. Andare a letto la sera dicendosi che si è fatto qualcosa di meraviglioso, questo è quello che conta per me" ~Steve Jobs

View all posts by Alessandro Perrone →