“Cent’anni di solitudine” di Gabriel García Márquez diventerà una serie tv Netflix

Spread the love

“Cent’anni di solitudine”, il romanzo classico dello scrittore colombiano Gabriel García Márquez, sarà trasformato in una serie originale in lingua spagnola per il gigante dello streaming

Il romanzo dello scrittore colombiano premio Nobel, Gabriel García Márquez, sarà diretto su Netflix.

Il gigante dello streaming ha acquisito i diritti per sviluppare il classico della letteratura, pubblicato per la prima volta nel 1967, come serie televisiva in lingua spagnola. I figli di García Márquez, Rodrigo García e Gonzalo García Barcha, saranno i produttori esecutivi della serie, che sarà girata in Colombia.

Gli altri romanzi dello scrittore colombiano come Cronaca di una morte annunciata” L’amore ai tempi del colera” sono stati adattati come film o serie TV, ma Márquez non ha mai permesso che i diritti di Cent’anni di solitudine” fossero opzionati, in quanto non riusciva a vedere come un romanzo sulla famiglia Buendía raccontata da molte generazioni poteva essere adattata per il grande o il piccolo schermo.

Alvaro Santana-Acuña, assistente professore di sociologia al Whitman College nello stato di Washington, che sta scrivendo un libro su Cent’anni di solitudine”, ha dichiarato che i principali studi di Hollywood hanno iniziato a bussare per i diritti di adattamento al romanzo classico specialmente dopo che lo scrittore colombiano vinse il premio Nobel nel 1982.

Ma Márquez resistette, per motivi creativi, mentre accoglieva gli adattamenti dei suoi altri romanzi.

Alla fine però i figli dello scrittore hanno insistito sul fatto che il talento nella scrittura e nella regia necessarie per trasformare il romanzo di suo padre in una serie televisiva era ormai alla mano.

Avremo quindi un adattamento televisivo poco più di mezzo secolo dopo la pubblicazione del romanzo, diventato un classico della letteratura latinoamericana. Esso ha venduto circa 47 milioni di copie ed è stato, inoltre, tradotto in 46 lingue.

Netflix ha anche lanciato un centro di produzione a Madrid, in Spagna, che verrà inaugurato il 4 aprile.

L’avvocato Shelley Surpin e l’Agencia Literaria Carmen Balcells hanno rappresentato la tenuta di Gabriel García Márquez nell’affare.